Comune di Montecchio Maggiore

Novità scientifiche sulle spugne fossili del Museo

27/01/2019

I FOSSILI DEL MUSEO ZANNATO CONTRIBUISCONO A CHIARIRE L’EVOLUZIONE DELLE SPUGNE

Le spugne (phylum Porifera) sono tra i più antichi animali multicellulari ancora viventi. Probabilmente sono alla base dell'albero dell'evoluzione, tra i progenitori comuni di tutti gli altri animali, uomo compreso (tra gli altri Feuda et al. 2017).

Ricostruire l’albero evolutivo delle spugne è dunque fondamentale per capire come si è evoluta la vita sul nostro pianeta.

Uno studio innovativo da poco pubblicato (Schuster et al. 2018) combina dati sia del DNA mitocondriale di spugne attuali sia dati sui fossili per produrre un albero evolutivo calibrato nel tempo. Questo studio fornisce nuove informazioni sull'evoluzione delle Demospongie, la classe con più specie viventi del phylum Porifera. Lo studio supporta un’origine Neoproterozoica (~700 Ma Milioni di anni) delle demosponge (vedi anche Zumberge et al. 2018). Inoltre fornisce le età dettagliate per una possibile diversificazione per i gruppi di demosponge Tetractinellidae (~315 Ma), Astrophorina (~240 Ma), Spirophorina (~120 Ma) e la famiglia Corallistidae (~188 Ma).

"Il fattore più importante in questo nuovo approccio è stato il numero di fossili, le stime precise della loro datazione e l’assegnazione a gruppi tassonomici recenti" spiega Schuster ricercatrice presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera, Germania. Fra i molti dati utilizzati vi sono anche alcuni esemplari di spugne fossili del Chiampo conservati al Museo Zannato di Montecchio Maggiore (Frisone et al. 2016).

La curatrice museale Viviana Frisone afferma “questo studio conferma come sono utili i Musei come archivi di biodiversità…anche di quella antica. Siamo orgogliosi di aver contribuito, con i nostri dati, ad uno studio così multidisciplinare ed importante”.

Il Sindaco Milena Cecchetto ribadisce “Il nostro Museo Zannato, seppure piccolo e a carattere locale, presenta delle eccellenze. Fra queste vi sono sicuramente la didattica e la divulgazione ma anche la ricerca. Da più di 30 anni al Museo Zannato si fa ricerca in ambito scientifico sulla mineralogia del Vicentino e sui granchi fossili, con ottimi risultati. Recentemente si sono aperte altre linee di ricerca che auspichiamo si possano sviluppare a beneficio della conoscenza sui beni culturali del nostro splendido territorio”.

 

BIBLIOGRAFIA

 Feuda, Roberto, et al. "Improved modeling of compositional heterogeneity supports sponges as sister to all other animals." Current Biology 27.24 (2017): 3864-3870.

 Frisone, Viviana, Andrzej Pisera, and Nereo Preto. "A highly diverse siliceous sponge fauna (Porifera: Hexactinellida, Demospongiae) from the Eocene of north-eastern Italy: systematics and palaeoecology." Journal of Systematic Palaeontology 14.11 (2016): 949-1002.

 Schuster, Astrid & Vargas, Sergio & Knapp, Ingrid & Pomponi, Shirley & Toonen, Robert & Erpenbeck, Dirk & Wörheide, Gert. Divergence times in demosponges (Porifera): First insights from new mitogenomes and the inclusion of fossils in a birth-death clock model. BMC Evolutionary Biology. (2018). 18. 10.1186/s12862-018-1230-1.

Zumberge, J. Alex, et al. "Demosponge steroid biomarker 26-methylstigmastane provides evidence for Neoproterozoic animals." Nature ecology & evolution 2.11 (2018): 1709.

Per altre info vedi blog del Comune di Montecchio Maggiore: https://inmontecchio.com/2019/01/10/le-spugne-fossili-del-museo-zannato-fanno-scuola-in-ambito-evolutivo/#more-11957

THE FOSSILS OF THE ZANNATO MUSEUM CONTRIBUTE TO PROVIDE NOVEL INSIGHTS INTO THE EVOLUTION OF SPONGES
Sponges (phylum Porifera) are among the oldest still alive multicellular animals. They are probably at the base of the evolutionary tree, among the common ancestors of all the other animals, including humans (among others Feuda et al., 2017).
Reconstructing the evolutionary tree of sponges is therefore essential to understand how life has evolved on our planet.
A multidisciplinary study recently published by Schuster et al 2018 in BMC Evolutionary Biology combines data from both the mitochondrial genome of living sponges and the fossil record to reconstruct an evolutionary time-calibrated tree. This study provides novel information on the origin of Demospongiae, the class with the most living species of the phylum Porifera. It supports a Neoproterozoic origin of Demospongiae (~700 Million years)using a novel approach and provides age estimates for several demosponge groups such as Tetractinellida (~ 315 Ma), Astrophorina (~ 240 Ma), Spirophorina (~ 120 Ma) and the Corallistidae (~ 188 Ma). “The most important factor in this novel approach was the number of fossils, their accurate date estimations and their assignment to recent taxa,” explains Schuster. Among the many data used are also some specimens of Chiampo's fossil sponges from the Eocene stored at the Zannato Museum of Montecchio Maggiore (Frisone et al., 2016). “The detailed investigations of these fossils greatly contributed to the accuracy of several calibrations points in this, which for the first time allowed us to date the origin of the family Corallistidae to the Lower Jurassic”, says Schuster. The museum curator Viviana Frisone states "this study confirms how museums are useful as archives of biodiversity ... even of the ancient one. We are proud to have contributed, with our data, to such a multidisciplinary and important study ".
The Mayor Milena Cecchetto reiterates "Our Zannato Museum, although small and local, presents some excellences. Among these there are certainly teaching and dissemination but also research. For more than 30 years at the Museo Zannato research has been carried out in the scientific field on the mineralogy of the Vicenza area and on fossil crabs, with excellent results. Recently, other lines of research have been opened which we hope can be developed to benefit the knowledge on the cultural heritage of our splendid territory ".

Torna all’elenco delle attività recenti

Indirizzi e orari

MUSEO DI ARCHEOLOGIA E SCIENZE NATURALI “G. Zannato”

Villa Lorenzoni, Piazza Marconi, 17
Montecchio Maggiore (Vicenza)
Tel. 0444/492565 - Fax 0444/496109
museo@comune.montecchio-maggiore.vi.it

ORARI DI APERTURA

sabato 15.00 - 18.30
domenica 9.30 - 12.30 / 15.00 - 18.30.

Inoltre il Museo è aperto nelle maggiori festività (telefonare per conferma) e su appuntamento per gruppi e scolaresche.

Ingresso

Intero Museo: € 3,00
Ridotto Museo (over 60 anni, under 18, quota individuale per comitive): € 2,00
Gratuito bambini fino ai 10 anni
Biglietto cumulativo per visita con accompagnamento a Castelli di Giulietta e Romeo, Priare e Museo: € 6,00 (con validità di un mese dal primo utilizzo)